mercoledì 2 novembre 2011

il ruvido che fa la differenza

Succede che la mattina si vada sempre di corsa.
Succede anche che mi ritrovi a fare uno scrub velocissimo al viso, tanto per tentare di riattivare la microcircolazione ed avere un colorito meno drammatico.
Succede che lo scub debba farlo con delle salviettine ruvide già pronte, perchè scrubbarsi nel modo giusto richiederebbe del tempo che non ho, specie la mattina presto.
Succede quindi, che mentre io stia tentando la rianimazione della mia epidermide, il marito arrivi di corsa con il nano che deve fare pipì e succede che subito dopo io lo pulisca con una salviettina umidificata.
Succede però, che la salvietta da scrub e la salvietta post pipì finiscano poggiate vicine e, ovviamente, succede che io finisca la pulizia del viso con la salvietta del nano spisciata.
Solo dopo più di un minuto ho realizzato che la salvietta era diventata morbida e dopo un decimo di secondo ho realizzato che non ce la farò mai a rimettermi da tutta questa stanchezza.
Il resto della mattinata è passato cercando di ricordare quali fossero i benefici dell'acido urico sulla pelle.
Vorrei comunque tranquillizzare chi mi ha incontrata durante la mattinata e per giunta magari anche baciata.
Mi sono lavata per bene, dopo.
P.S. Grazie a Monica che è diventata la mia decima lettrice!

4 commenti:

  1. grazie!! ;) è tutto oggi che rido pensando a "tutte le lingue del mondo"...

    RispondiElimina
  2. wow! addirittura un ringraziamento ufficiale!!!
    non aspiravo a tanto...:)

    RispondiElimina